Dove siamo

Il Dipartimento di Pediatria e Neuropsichiatria Infantile ha due sedi principali: uno presso l’Azienda Policlinico Umberto I, dove già si trovava l’Istituto e poi il Dipartimento di Clinica Pediatrica ed uno in via dei Sabelli 108 già sede del Dipartimento di Scienze Neurologiche, Psichiatriche e Riabilitative dell’Età Evolutiva ora sezione di Neuropsichiatria Infantile.

 La prima pietra per la costruzione del Policlinico Umberto I fu posta alla presenza dell’allora Re d’Italia Umberto I e della consorte, la Regina Margherita, nel 1888. L’impianto fu progettato nel 1883 dall’architetto Giulio Podesti, dopo che una commissione parlamentare, presieduta da Guido Baccelli, aveva fatta sua la necessità di costruire un ospedale moderno in Roma. L’ospedale concepito e maturato da Podesti sarà, non solo moderno, ma anche funzionale con un complesso iniziale di dieci padiglioni o cliniche, circondate dal verde e collegate da un duplice sistema di passaggi sotterranei e di passerelle aeree o di gallerie sopraelevate su colonne di ghisa.

La Clinica pediatrica chiude il complesso del Policlinico alle spalle con uno splendido edificio sempre nello stile neocinquecentista del suo Architetto con incisa la scritta “In Puero Homo”, nel bambino c’è già l’uomo.

 L’edificio di via dei Sabelli nasce storicamente da una ricostruzione, quella successiva al bombardamento statunitense sulla città del 1943. Là dove ora c’è un’università e un ospedale vi era un orfanotrofio statale, che ospitava cinquecento bambini, selvaggiamente colpito dagli ordigni. Dal rifugio sotterraneo i piccoli e le suore vennero estratti dopo trentasei ore e settantotto bambini e sei religiose rimasero uccisi. Nell’adiacente via dei Reti, il carcere minorile divenne per molti ragazzi una tomba.

Nel 1967, grazie all’impegno del Prof. Giovanni Bollea, l’intera Neuropsichiatria Infantile si trasferì in questi locali, dati in uso gratuito dall’Opera Nazionale Maternità e Infanzia (ONMI).

COME RAGGIUNGERCI

L’edificio della Clinica Pediatrica è facilmente raggiungibile attraverso l’ingresso in viale Regina Margherita n. 324. Entrando, invece, per l’ingresso principale dell’Azienda, in viale del Policlinico 155, si deve percorrere a piedi l’intera area del complesso, per accedere alla Clinica.

Non lontano dall’entrata di Viale Regina Elena, si trova la fermata della Metro B Policlinico che la collega alla Stazione Termini e alla Stazione Tiburtina. Passano per viale Regina Elena anche i tram 3 e 19.

 Via dei Sabelli si trova nello storico quartiere San Lorenzo tra la Città Universitaria, La Sapienza ed il Cimitero monumentale Verano. L’istituto incrocia via dei Reti per la quale passano due mezzi pubblici (ATAC): il 19 ed il 3. Il primo incrocia la Metro A presso le fermate di Ottaviano e Lepanto e la Metro B alla fermata Policlinico in viale Regina Margherita. Il percorso del 3 coincide con quello della Metro A presso le stazioni Manzoni e Aventino e con quelle della Metro B alle stazioni Colosseo e Policlinico.

 Con oltre 700 anni di storia e 145mila studenti, la Sapienza è la prima università in Europa e la seconda al mondo dopo Il Cairo. La Città universitaria ospita la maggior parte delle 11 facoltà di Sapienza.